News

Super Dragon Ball Heroes: parte ufficialmente l’anime

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

E’ innegabile che quando un franchise forte, coerente, che riesce a reisistere allo scorrere del tempo, continua a sfornare vari gadget, videogames, eventi e giocattoli di successo, dopo decenni dalla nascita, le case di produzioni animate non ci pensano due volte a rianimarli tramite nuovi cartoni che possano stuzzicare l’interesse dei ragazzini. E i giapponesi questo lo sanno bene. Super Dragon Ball Heroes, celebre videogame ispirato al manga originale di Akira Toriyama, godrà di una serie anime che sarà trasmessa a partire dal prossimo 1 Luglio in madrepatria. La premiere sarà proposta al pubblico presso l’Aeon Lake Town di Saitama. Ancora non sappiamo come sarà impostato l’anime nei minimi dettagli, tuttavia, possiamo dire con una certa sicurezza, che si baserà su saghe ed archi narrativi del tutto fuori contesto dalla storyline principale di Dragon Ball.

Del resto, Dragon Ball Heroes nasce come realtà fanservice; un divertente diversivo per i fan del fumetto e cartone animato, i quali possono utilizzare i propri guerrieri preferiti e carte di combattimento preferite, con cui sfidare i loro avversari in duelli emozionanti. Una sfiziosa peculiarità è inoltre quella di poter fare interagire anche personaggi di linee temporali lontane ed incongruenti tra loro, come quelli della serie GT e della più recente serie Super.

Non a caso, già si vocifera in questo nuovo anime di un possibile scontro tra il Super Saiyan Blu e l’indimenticabile Super Saiyan di quarto livello. Che ci sia posto anche per il quinti livello della fantomatica serie Dragon Ball AF? E chi lo sa? Del resto, all’interno di una serie videoludica in cui tutto può accadere, dove le fusioni e le trasformazioni più strampalate ed atipiche create appositamente per accontentare i desideri più ‘nerd’ dei videogiocatori, un’eventuale proprosizione di Goku al quinto livello, non è da escludere eventualmente.

Sulla trama sappiamo ancora pochino, tranne che la prima saga dell’anime sarà ambientata, almeno in gran parte, sul desolato e sperduto Prison Planet, una zona dell’universo sconosciuta da tutti. Trunks del futuro, deciso a rivedere Goku e suo padre Vegeta, torna nel presente: tuttavia, durante il viaggio temporale qualcosa non va come deve e il ragazzo si ritrova ad essere imprigionato proprio su Prison Planet! L’evento segnerà il debutto di un personaggio mai visto: il misterios Fu. Costui avverte Goku e i suoi amici di come Trunks sia in pericolo. Il nostro eroe non se lo farà ripetere due volte e correrà subito in aiuto del figlio di Bulma e Vegeta assieme a quest’ultimo.

Molto probabilmente, il resto della storia sarà segnato dai soliti combattimenti contro nemici creati appositamente per l’occasione, Tuttavia, sappiamo già che il main villain dell’arco narrativo sarà un misterioso saiyan che, secondo la sinossi, è in possesso di una forza fisica inimmaginabile.

Come abbiamo già detto, ancora poco sappiamo circa la trama integrale dela serie ed anche volendo, non possiamo dire se queste saghe (seppur non canoniche) possano in qualche modo ‘incastonarsi’ cronologicamente all’interno di Dragon Ball Z-Super. Prendendo spunto da alcuni indizi che ci offre la sinossi, possiamo pensare che la saga di Prison Planet possa essere ambientata poco dopo la saga di Zamasu, vista la presenza di Future Trunks e, forse, della sua ragazza Mai. Alcune immagini confermerebbero infatti anche la partecipazione di quest’ultima.

Resta ancora da comprendere se l’anime prevederà, Fu a parte, ulteriori personaggi di primo piano che potrebbero essere proposti all’interno dell’anime. Un po’ come accade nel corrispettivo videogame o nel manga ad esso ispirato (inedito per il momento in Italia). Insomma, alla fine della fiera, abbiamo ancora molti misteri e poche certezze riguardo la vera natura di Super Dragon Ball Heroes, serie anime allettante (non solo fosse per quelle due paroline magiche contenute nel titolo) ma che ci auguriamo non vada a degenerare in qualcosa di caotico e confusionario, come parecchie serie spin-off degli ultimi anni (Saint Seiya Omega anyone?) hanno finito per essere. Chi vivrà vedrà!

Dando uno sguardo (per pura curiosità del lettore) al precitato manga di Super Dragon Ball Heroes, il fumetto è pubblicato sulla rivista giapponese Saikyo Jump ed illustrato da Yoshitaka Nagayama. Ogni capitolo si ispira ad una singola missione di gioco e vede come protagonisti i personaggi di due fazioni nemiche: i Pattugliatori Temporali del Kaioshin del Tempo e i guerrieri oscuri del demone mago Towa. La trama prende ispirazione dal fortunato videogame Dragon Ball Xenoverse e dall’oramai defunto Dragon Ball Online.

Scrivi un commento