Film

Il più forte del mondo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Dragon Ball Z – Il più forte del mondo è il secondo film cinematografico legato al franchise di Dragon Ball Z. A partire da questo lungometraggio, aumenta nettamente la durata dei film con protagonista Son Goku. Dai soliti 45 ai 60 minuti abbondanti. In questo modo, possiamo assistere ad una sceneggiatura più approfondita e coerente rispetto ai titoli precedenti. In realtà, Il più forte del mondo, difficilmente riesce ad entrare nei cuori degli appassionati a livello di trama. Tuttavia, ciò non toglie che assistiamo qui a combattimenti meglio elaborati e degni di un film di Dragon Ball Z.

La storia inizia con Gohan ed Oscar alla ricerca delle sette sfere del drago. Il maialino trasformista ha intenzione di chiedere a Shen-Long come desiderio un paio di mutandine da donna. Un desiderio espresso dallo stesso personaggio già all’interno della serie animata, durante la divertentissima saga di Pilaf. Sfortunatamente, i 7 magici artefatti sono stati già raccolti dal dottor Willow. In vita, Willow era uno scienziato di fama internazionale. Dopo la sua morte, il suo cervello venne ibernato e la coscienza dell’uomo continua tutt’ora a vivere tramite esso. Scopo del dottor Willow è quello di possedere il corpo del guerriero più forte del mondo.

Dragon Ball Z: il più forte del mondo

Lo scienziato pazzo inizia a rapire vari guerrieri del pianeta Terra, tra qui Junior e il Genio delle tartarughe. A salvare i loro amici arrivano Goku, Crili e Gohan, i quali dovranno in primis scontrarsi contro i combattenti al servizio di Willow: dei guerrieri geneticamente modificati. A livello di azione, si tratta di combattimenti ben calibrati e degni del titolo in questione. Purtroppo i villain (ad eccezione del boss finale) sono abbastanza anonimi e poco approfonditi. Questa è la ‘pars destruens’ del film, che può annoiare non poco lo spettatore.

Una delle scene degne di nota è quella riguardante i nostri eroi che affrontano Junior all’interno della base di Willow. Il namecciano è stato infatti manipolato dal perfido scienziato tramite un lavaggio del cervello. Un combattimento degno di nota, forse un po’ troppo breve. Intanto, il dottor Willow scopriamo possedere un gigantesco corpo meccanico che attiva nel momento in cui la situazione per lui sta divenendo critica.

A livello cronologico, è molto difficile incastonare Il più forte del mondo all’interno della continuity di Dragon Ball Z. Potremmo dire che esso si svolge dopo la sconfitta di Vegeta. Tuttavia, le incongruenze sono numerose: Junior è morto, ma nel film è ancora vivo; Gohan, Bulma e Crili sono partiti per Namecc, ma nel lungometraggio sono ancora sulla Terra; Goku è ricoverato in ospedale, in quanto i fagioli di Balzar non sono disponibili, ma in questa situazione lo vediamo in perfetta salute.

Alla fine (e forse questo è il bello) la saga cinematografica di Dragon Ball Z è una perfetta alternativa alla serie animata: una dimensione ‘parallela’ in cui alcuni eventi accadono solo qui. Delle storie, dei graditissimi capitoli riempitivi del tutto sconnessi dall’anime originale. Come accaduto ne La vendetta divina ed il suo corrispettivo canonico dato dagli episodi con Radish, la ‘saga’ di Willow può andare a sovrapporsi tranquillamente a quella (realmente accaduta nella storyline animata) dei saiyan. Non a caso, i guerrieri al servizio del folle scienziato (un prototipo forse del dottor Gelo?) hanno tute simili a quelle di Vegeta e co., appaiono mostricciattoli che ricordano non poco i saibam ed anche in questa occasione, Goku utilizza il Kaioh Ken e l’energia sferica.

Il più forte del mondo dragon ball z

Sicuramente, una parte divertente del film è la canzone di Gohan, che illustra i suoi momenti quotidiani come semplice bambino che studia e va a scuola e gli allenamenti con Junior, per diventare un guerriero valoroso. Durante la ‘clip’ del brano presente nel film, vi è anche un mini flashback in cui si vede il namecciano sacrificarsi per proteggere Gohan dal colpo di Napa che lo avrebbe poi ucciso.

Il finale è (ovviamente) più che scontato: data la forza smisurata del dottor Willow versione cyborg, Goku decide di ricorrere all’energia sferica per poterlo battere. La forza di tutti i popoli della Terra raccolta dentro un’ unica tecnica, consente al protagonista di annientare il folle Willow e di riportare la pace sul pianeta. E’ un film , un filler, completamente slegato dalla serie televisiva, come abbiamo già avuto modo di precisare. Tuttavia, se lo si guarda in maniera autonoma, Il più forte del mondo è una discreta saga extra delle avventure dui Goku. Un classico ‘episodio’ di Dragon Ball in cui comicità, azione e divertimento si alternano, accontentando abbastanza i fan del franchise ispirato al celebre manga di Toriyama.

In questo film si fa riferimento inoltre allo splendido rapporto maestro-allievo tra Gohan e Junior. Ancor più de La vendetta divina, si nota in tale lungometraggio la maturazione psicologica del figlio di Al Satan ed il suo passaggio (quasi) definitivo da nemico ad alleato dei guerrieri Z. Certo, il namecciano fa ancora paura, non fosse solo per il suo passato famigerato. Quando Oscar lo incontra assieme a Gohan ad inizio film, si mette ad urlare per la paura, così come Bulma prova timore verso il guerriero, in una piccola scena in cui le si avvicina.

Il più forte del mondo venne inizialmente trasmesso su Rai 2 nel 2000. Nel 2003 venne proposto su Italia 1 con un doppiaggio diverso. Come gli altri film legati a Dragon Ball, il titolo in questione venne importato nel nostro paese da Dynamic Italia.

Sommario
Data
Titolo
Dragon Ball Z: il più forte del mondo
Punteggio
41star1star1star1stargray

Scrivi un commento