Episodi

Episodio 7, L’addestramento di Gohan

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

 

La scorsa puntata abbiamo lasciato il nostro eroe Goku nell’aldilà, all’entrata del tunnel che lo porterà da Re Kaio. Sulla Terra, invece, Junior allena il piccolo Gohan nella speranza di poter tenere testa ai due guerrieri Sayan in arrivo.

 

Durante i primi minuti del settimo episodio, vediamo Gohan sottostare ai duri allenamenti di Junior e quando il bimbo gli chiede quale sarà il prossimo esercizio, Junior risponde che ha finito e che dovrà sopravvivere da solo per sei mesi in quella landa desolata. Gohan si spaventa molto e comincia a piagnucolare, ma Junior non si lascia intenerire e lo abbandona a se stesso dicendogli che deve imparare a cavarsela da solo.

Dopo aver lasciato Gohan da solo, vediamo il Supremo parlare con Popo riguardo Junior e del suo cambiamento, egli infatti sembra essersi ammorbidito e c’è un’altra garanzia a riferirlo, il fatto che Radish sia passato direttamente agli inferi. Questo passaggio diretto sta a significare che Junior non è più un demone cattivo, anche perché altrimenti non avrebbe nemmeno aiutato Gohan a imparare a difendersi. Il Supremo spiega, poi, che lui e Junior sono un’unica entità, la faccia buona e cattiva della stessa medaglia, e che quando uno dei due morirà, perirà anche l’altro.

Nel frattempo vediamo Gohan distrarsi con diversi animali della fauna selvatica e giocare o scappare da loro, il bambino sembra essersi calmato e all’improvviso udiamo la voce di Goku che ci riporta da lui. Il nostro eroe si trova lunga la tortuosa e infinita strada che lo porterà da Re Kaio, quando improvvisamente sta per cadere negli inferi e capisce che è meglio per lui percorrere la via a piedi.

Torniamo sulla Terra, dove vediamo Crili davanti alla casa di Goku mentre cerca di trovare le parole adatte da dire a Chichi riguardo la scomparsa del marito e il rapimento del figlio. All’improvviso la porta si apre e Chichi sorpresa fa entrare Crili e gli chiede dove siano finiti suo marito e suo figlio. Crili cerca di trovare le parole giuste ma finisce per mentire e dirle che sarebbero tornati a breve.

La scena si sposta nuovamente su Gohan che mentre fa pipì viene disturbato da un dinosauro e comincia a scappare gridando aiuto. Il piccolo, durante la corsa, cade e mentre sta per essere divorato dal mostro concentra tutto il suo potere e sparisce nel nulla, lo ritroviamo poi in cima a una montagna.

Torniamo nell’aldilà, precisamente in uno strano bar affollato da mostri e strane creature e notiamo ad un tavolo una vecchia strega e un uomo parlare di Goku, lei è incaricata di informare il Genio della scelta di Goku, ovvero di non voler tornare in vita prima di un anno.

Gohan nel frattempo si trova ancora in cima alla montagna dove  è salito per sbaglio e si lamenta perché ha freddo e fame, proprio in quell’istante due mele rosse cadono dal cielo e lui comincia a mangiarle. Poco dopo si scopre che è stato Junior a farle cadere di proposito e giura a se stesso che quella sarà l’ultima volta che aiuterà il bambino.

Gohan si addormenta esausto e la voce del narratore chiude la puntata.

 

Considerazioni sulla puntata

 

La puntata di per sé non è ricca di informazioni nuove o colpi di scena, ma non annoia affatto perché torna un po’ di quello spirito giocoso e infantile che da sempre caratterizza Dragon Ball e i suoi personaggi. Durante questo episodio possiamo anche osservare come il carattere di Junior cominci a cambiare e a diventare più umano, più buono. Iniziamo a veder svilupparsi il potere di Gohan e non ci rimane che scoprire quali avventure vivrà Goku nell’altro mondo.

Gohan riuscirà a sopravvivere in quel luogo desolato per sei mesi? Goku riuscirà ad arrivare in tempo da Re Kaio? Lo scopriremo nelle prossime puntate.

Scrivi un commento